Zeffirelli presenta la Traviata e inveisce contro una giornalista

venerdì 11 Dicembre 2009 - Spettacoli

Zeffirelli presenta la Traviata e inveisce contro una giornalista Zeffireli insulta volgarmente una giornalista e usando un linguaggio da scaricatore di porto. Conferenza movimentata quella di oggi al Teatro dell'Opera di Roma in occasione della presentazione de «La Traviata» di Verdi, in scena dal 18 dicembre.

Una verve polemica che non si smentisce e che colpisce a 360 gradi quella mostrata da Franco Zeffirelli alla presentazione della Traviata di Verdi in programma dal 18 dicembre al teatro dell'Opera di cui il maestro fiorentino firma la regia. La prima polemica riguarda la soprano Daniela Dessì che avrebbe dovuto intepretare Violetta ma che all'ultimo ha declinato l'invito "per un insieme di circostanze legate alle scelte compiute nelle regie degli allestimenti". 'Sarebbe stata una Violetta troppo avanti negli anni e un po' troppo in carne - commenta il regista - e forse avendo avuto una gran carriere ora forse sente un confronto rischioso con la parte'.

Valutazioni che irritano Gianluigi Gelmetti, il direttore d'orchestra dell'allestimento: "Sul fatto vocale non sono d'accordo.La Dessi' ha una forma vocale eccellente. E come uomo devo ammettere che mi piace. Un appuntamento con la Dessi io lo prenderei". "La Dessi' e' magnifica per fare Alice ma non più Violetta, non e' più vicina alla mia concezione di Violetta - ribatte Zeffirelli - ho visto le Violette di questa produzione, molto vicine alla mia idea di Violetta, che non e' certo una signora ben piazzata con un marito che la cura sempre. Mi piace pensare ad una Traviata giovane, una cosa di ragazzi. Questa e' forse la più bella Traviata che ho fatto, anche di più di quella che feci con la Callas, mi emoziono nel vedere questi due ragazzi con una vera credibilita'. Il mio giudizio alla Dessi non e' all'artista ma al fatto che non mi dia la Violetta che ho nel cuore".

Ben più aspro lo scontro con Livia Bidioli, una giornalista della testata online www.gothicnetwork.org. Zeffirelli raccontava di una Traviata vista all'Opera di Amburgo con la festa di Violetta ambientata in una casa di prostitute che, dietro una parete trasparente, si vedono fare il bidet. "Del resto sono puttane - spiega Zeffirelli - hanno bisogno di lavarsi, sono lì per fare cose, un pò alla Marrazzo". A questa affermazione la Bidioli replica con indignata violenza che lo stesso vale per Berlusconi, che non è ammissibile continuare a dire queste cose, che bisogna farla finita.

A Zeffirelli, che chiede chi sia, risponde di appartenere al movimento viola che ha organizzato la manifestazione di sabato. Il maestro allora perde le staffe, dice che "sta insultando un suo amico e una persona di valore", ma lei replica che le prostitute sono a casa del premier. A questo punto il regista perde la pazienza e la assale con insulti veri e propri, chiedendo tra l'altro che venga portata via, "che si chiami la Misericordia". La giornalista replica che lo denuncerà e che non accetta di venir trattata a quel modo, ricevendo una replica sempre verbalmente pesante, al termine della quale Zeffirelli aggiunge: "spero abbiate filmato tutto", rivolto alla troupe della Rai presente in sala.

Fonte Repubblica.it



  1. Ennio Cervini scrive:

    Berlusconi, se lo fa, segue gli istintinti secondo natura; in pratica da "singol" considerando che la sig.ra Veronica aveva da tempo una condotta di vita molto personale. Marrazzo, mi dispiace sinceramente per lui, "aveva" delle devianze che nonostante la sua intelligenza non "riusciva" a dominare, ed è un dramma personale per il quale paga un prezzo esageratamente alto per colpa di una società così marcia che punta l'indice contro il malcapitato di circostanza come per scaricarsi delle nefandezze proprie. Devo dire che nel fatto in oggetto Marrazzo non andava nominato, ma nemmeno Berlusconi anche perché non sussiste alcun termine di paragone, per i motivi obiettivi che ho su esposto. Certo è che la "giornalista in viola" non credo possa essere motivo di orgoglio e di vanto per la categoria di qualsiasi tinta. Zeffirelli è un uomo di grande talento e molto famoso al mondo per cui qualche volta ne approfitta per togliersi qualche sassolino dalla scarpa. Nella fattiospecie per un suo amico personale come Silvio.

Cosa ne pensi di questa notizia?

   

Se le lettere non fossero abbastanza chiare, premere F5 per cambiarle